sabato 17 settembre 2016

Viaggiare leggendo dietro le pagine di L'ISOLA DI HELENA di L. Riley



Uno degli ultimi romanzi recensiti sul blog è IL SEGRETO DI HELENA di Lucinda Riley, ambientato nell'esotica e affascinante isola di Cipro.
In questo post daremo una sbirciatina a ciò che ha ispirato l'Autrice nella stesura del romanzo e all'ambientazione scelta.


-

Ciò che leggiamo spesso è frutto della fantasia dell'Autore ma altre volte quest'ultimo trae ispirazione da storie/situazioni/persone reali, di cui ha avuto conoscenza diretta o indiretta.

La rubrica "Dietro le pagine" prende nome e idea da una presente nel blog "Itching for books" e cercherà di rispondere (cercherò di darle una cadenza settimanale, sempre in base alle piccole ricerchine che riuscirò a fare) a questa curiosità: Cosa si nasconde dietro le pagine di un libro? Qual è stata la fonte di ispirazione?
".



Lucinda spiega, nella pagina finale dedicata ai ringraziamenti, che l'idea di scrivere questo libro è nata in seguito ad un viaggio-vacanza che fece proprio a Cipro con la sua famiglia.
Alloggiavano in una bellissima villa molto antica appena fuori Kathikas, località in cui è ambientato Il segreto di Helena. All’epoca i suoi cinque figli avevano età vicine a quelle dei ragazzi che compaiono nel romanzo, e anche i Riley avevano degli amici in visita nella villa, in quei giorni.
Anche se gran parte della trama e dei personaggi sono ovviamente frutto della fantasia, questo libro, più dei precedenti, contiene tanti riferimenti autobiografici, essendo la Riley madre, matrigna, moglie ed esperta ballerina…
Lucinda iniziò a scrivere quando era ancora in vacanza, per poi mettere il libro da parte, fino al giorno in cui (l'anno scorso) l'ha ritrovato svuotando il cassetto della scrivania.
E' passato un po' di tempo da quella vacanza a Cipro, nel frattempo i figli sono cresciuti e avevano ormai dieci anni di più rispetto ad allora, ma l'Autrice ha trovato interessante rileggere le descrizioni che ne aveva fatto quando erano più piccoli.
In un certo senso era una specie di diario della loro infanzia, perciò decise che era arrivato il momento di finire il libro.
A differenza di romanzi precedenti, in cui i flashback fanno decisamente lunghi salti temporali (anche di un secolo), qui si tratta di mesi o al massimo di venti anni; la storia è ambientata in una sola casa, con pochi personaggi.
Ha imparato molte cose scrivendo questo libro.




Come già detto, la storia si svolge essenzialmente (fatta eccezione per alcune scene del presente spostate in Inghilterra e per quelle del passato collocate a Vienna) a Cipro, un po' in villa un po' in giro per i dintorni.





limassol
Cipro è la terza isola più estesa del Mediterraneo e l'unica nel continente asiatico, si trova a sud delle coste turche ed est di quelle siriane. A livello politico Cipro è diviso dal 1974 fra Grecia e Turchia e solo la prima parte è entrata nell'Unione Europea.

Pochi sono i laghi naturali e il maggior specchio d'acqua è il Il Lago Salato di Limassol (10,6 Km²). 



La bella tenuta di Pandora si trova a Kathika, un villaggio nel distretto di Pafo. E' situato su un altopiano di 23 chilometri a nord di Pafo. Ha un'altitudine di 645m e una popolazione di 333.
E' noto per la produzione di uva, in particolare l'uva sultanina.

google maps
kathika


E' menzionata anche Pafo (antica città portuale all'estremità occidentale di Cipro), centro turistico molto apprezzato; villaggio di pescatori, rientra nei tesori culturali e naturali del patrimonio mondiale dell’Unesco.

blog.beatthebrochure.com
PAFO

zona archeologica
PAFO
(http://www.4viptour.com/)


E per gli appassionati di mitologia, nel romanzo si parla del mito classico di Afrodite e Adone  nonchè dei celebri bagni di Afrodite , una sorgente magica che si trova sul versante orientale di Akamas vicino al mare, dove finisce la pianura di Chrysochou e iniziano gli ardui scogli della penisola di Akamas.


fonte
BAGNI DI AFRODITE


Chi ignora che Afrodite (Venere per i Romani) fosse, agli occhi del mondo greco antico, la dea dell'amore, la più bella tra le immortali? 
Nata sullo scoglio di Petra Tou Romiou, nelle  acque di fronte a Pafos, per ubbidire al padre Zeus sposa Efesto, il poco affascinante dio del fuoco. 
Ma evidentemente l'unione doveva essere poco felice, perchè la dea tradisce il brutto consorte con un giovanotto di aspetto decisamente più avvenente, Ares, dio della guerra, che però non è il suo vero amore. 

Afrodite in realtà è innamorata di Adone...

Adone nacque dall’amore incestuoso di Mirra (o Smirna) con suo padre.
Quando il piccolo Adone venne alla luce, le ninfe lo raccolsero commosse e lo nutrirono, allevandolo nelle grotte d'Arabia. Il fanciullo, crescendo, divenne bellissimo.
Mentre cacciava in un bosco sacro, Afrodite lo vide e s'innamorò di lui, dimenticando Ares.

La dea si incontrava con il suo bellissimo amante Adone a nord, lungo la penisola di Akmans, fino a un laghetto naturale protetto da una grotta.
Si dice che le acque di questa piscina naturale, nota come i Bagni di Afrodite, siano ancora oggi un elisir di giovinezza e un potente filtro d’amore.

particolare di
ADONE E VENERE
(Canova)
Purtroppo l'amore clandestino tra i due bellissimi amanti giunse alle orecchie del primo amante, ormai dotato di corna, Ares.
Un tale affronto non poteva non trovar vendetta presso il dio della guerra, che si trasformò in cinghiale e indusse Adone ad inseguirlo; poi gli si rivoltò contro e lo sbranò.

Quando Afrodite accorse, lo trovò già morto e per voler suo il corpo di Adone si trasformò in un anemone rosso come il suo sangue.

Intanto ad accogliere l'anima negli inferi c'era Persefone che, davanti ai reclami di Afrodite di ridarle l'amante, rifiutò categoricamente perchè s'era scoperta pure lei innamorata.
E poichè le divinità sono terribilmente capricciose e testarde e nessuna delle due divine signore si rassegnava a cedere l'anima dell'amato all'odiata rivale, il potente Zeus trovò la soluzione per far (metà) contente tutte e due: Adone avrebbe trascorso alcuni mesi con Persefone, altri accanto ad Afrodite che tornò a fecondare la terra, in primavera.
Al suo passaggio tornavano a fiorire le rose e gli anemoni.


Fonti da cui ho attinto per la preparazione del post:

Il segreto di Helena (Giunti Edizioni)
http://viaggi.corriere.it/
https://sites.google.com
http://www.globalgeografia.com/
http://www.eviaggi.info/
http://www.visitcyprus.com/
http://www.visitpafos.org.cy/

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...