sabato 12 aprile 2014

Leggendo e poetando



Anche oggi prenderò qualcosa che ho letto in "I cento colori del blu" e la condividerò con voi; in particolare questa frase di Giovanna d'Arco, che sarà importante per la crescita emotiva di Blue:

"Vivere senza credere in nulla
è un destino peggiore della morte".

E poi questi versi di Edgar Allan Poe.

Fanciullo, io gia' non ero
come gli altri erano, ne' vedevo
come gli altri vedevano. Mai
derivai da una comune fonte
le mie passioni - ne' mai,da quella stessa, i miei aspri affanni.
Ne' il tripudio al mio cuore
io ridestavo in accordo con altri.
Tutto quello che amai, io l' amai da solo.
Allora - in quell' eta' - nell' alba
d' una procellosa vita - fu derivato
da ogni piu' oscuro abisso di bene e male
il mistero che ancora m' avvince 
- dai torrenti e dalle sorgenti -dalla rossa roccia dei monti -
dal sole che d' intorno mi ruotava
nelle sue dorate tinte autunnali -dal celeste baleno
che daccano mi guizzava -dal tuono e dalla tempesta -
e dalla nuvola che forma assumeva
(mentre era azzurro tutto l' altro cielo)
d' un demone alla mia vista.


Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...