lunedì 3 giugno 2019

Bilancio di letture di maggio 2019



Buongiorno!!

Nel mese di giugno ho un doppio bilancio di letture da fare: quello relativo ai libri letti a maggio e, a fine mese, anche il bilancio delle mie letture della prima metà del 2019 ^_^

Ma per adesso, mi limito al riepilogo dei libri letti il mese scorso.



  • LE STREGHE DI ATRIPALDA di Teodoro Lorenzo: quattordici racconti che mettono in luce le passioni e i sentimenti, le speranze e le delusioni, le sconfitte e le vittorie di persone "normali", che grazie allo sport - comune denominatore di queste storie - hanno raggiunto importanti consapevolezze nella propria esistenza: perché lo sport, quando è praticato con lealtà, dedizione, spirito di sacrificio, senso dell'unità, può diventare poesia ed essere un maestro di vita.
  • CATTIVE COMPAGNIE di Ruth Newman: una donna, rimasta vedova, decide di indagare sulla sospetta morte di suo marito, venendo travolta da una realtà mafiosa intricatissima in cui non potrà fidarsi di nessuno, neanche di chi dovrebbe difenderla e aiutarla a cercare la verità.
  • COUNTRY DARK di Chris Offutt: un romanzo potente che racconta, attraverso un protagonista giovane d'età ma maturo e navigato dal punto di vista delle esperienze di vita, una storia dura e drammatica che appassiona, illuminando i lati più nascosti e oscuri del sogno americano.
  • STORIA DI UNA SFIGATA QUALSIASI di Valentina Alvisi: un romanzo breve ma piacevole, con una narrazione fluida e spumeggiante, che presenta tematiche attuali appartenenti alla realtà giovanile contemporanea affrontate con spontaneità e schiettezza.
  • LASCIA DIRE ALLE OMBRE di Jess Kidd: un romanzo dall'atmosfera mystery, con un tocco thriller, che ci regala una storia nera e "magicamente surreale", sovrannaturale, fantastica ma più che mai umana, che porta allo scoperto ciò che si nasconde nel cuore dell'uomo.
  • 500 CHICCHE DI RISO di Alessandro Pagani: una raccolta di battute scherzose, una lettura che diverte e intrattiene piacevolmente il lettore perchè ruota attorno a un senso dell'umorismo assolutamente da usare nella vita di tutti i giorni (eventualmente da riscoprire) perchè aiuta a guardare le cose da prospettive diverse.
  • IL GARZONE DEL BOIA di Simone Censi: in un mix tra finzione e realtà, questo libro prende spunto dal personaggio, realmente esistito, del boia più famoso dello Stato Pontificio prima dell'unità d'Italia, arricchendo la sua persona e il suo non proprio rassicurante lavoro attraverso i racconti vivaci e minuziosi di colui che lo ha affiancato per anni in qualità di garzone.
  • TERRONI di Pino Aprile: pugliese doc, l'autore interviene con grande verve polemica in un dibattito dai toni sempre più accesi, per fare il punto su una situazione che si trascina da anni, ma che di recente sembra essersi radicata in uno scontro di difficile composizione. Percorrendo la storia di quella che per alcuni è conquista, per altri liberazione, l’autore porta alla luce una serie di fatti che, nella retorica dell’unificazione, sono stati volutamente rimossi.
  • LISSY di L. D'Andrea: una storia di dolore, solitudine, follia, violenza e, non ultimo, di tentativo di riscatto, ambientata in uno scenario montano, isolato, gelido, spaventoso e pieno di insidie, in cui gli incubi peggiori dell'infanzia trovano il luogo perfetto per prendere forma.
  • IL TESCHIO E L'USIGNOLO di Michael Irwin. In una Londra settecentesca grigia e movimentata, il giovane protagonista è alla frenetica ricerca di avventure estreme in cui raggiungere il massimo del piacere conducendo una vita egoistica, irresponsabile e ai limiti della moralità. E tutto per compiacere qualcun altro.


Tra queste letture, sono stata felice di aver letto Country Dark di Offutt, che sa come catturare il lettore attraverso le drammatiche vicissitudini del protagonista e della sua famiglia, Lascia dire alle ombre di Jess Kidd, che mi ha avvinta dalla prima all’ultima pagina, ricca di malìa, aspra e tenera insieme, con uno sviluppo delle vicende ben strutturato e reso interessante ed accattivante dal tocco giallo, l'ambientazione misteriosa e una narrazione piena di sorprese; coinvolgente il thriller d'alta montagna Lissy.


Attualmente in lettura:

IL FASCIOCOMUNISTA di Antonio Pennacchi;
L'ARTE DI DIRSI ADDIO di Rebecca Connell;
LA PRINCIPESSA DEGLI ELFI. La maledizione, di Licia Oliviero;
SEGRETI SEPOLTI di Lisa Unger.

2 commenti:

  1. Complimenti Angela e grazie per le segnalazioni. Prendo nota. Buona serata :)
    sinforosa

    RispondiElimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...