lunedì 3 febbraio 2014

Cineromanzo... da Oscar: QUALCUNO VOLO' SUL NIDO DEL CUCULO



Il libro diventato film che oggi ricordiamo ha vinto, a suo tempo, tutti e cinque gli Oscar principali (miglior film, miglior regista, miglior attore, miglior attrice, migliore sceneggiatura non originale).

Personalmente mi mancano sia il libro che il film...; vorrei potervi dire che a breve colmerò la lacuna, ma è meglio non farsi troppe promesse... ^^

Voi avete letto il libro o visto il film?

QUALCUNO VOLO' SUL NIDO DEL CUCULO
di  Ken Kesey


Qualcuno volò sul nido del cuculo
Ed. Bur
Trad B. Oddera
394 pp
9.90 euro
2001
Trama

Miss Ratched governa con pugno di ferro e un soave sorriso il suo reparto, in un ospedale psichiatrico dell'Oregon. 
All'improvviso arriva McMurphy, un irlandese cocciuto, spavaldo, allegro e ribelle. 
Fra lui e la Grande Infermiera inizia subito un duello all'ultimo sangue. 
McMurphy risveglia gli altri pazienti ormai svuotati e avviliti dalle "terapie" e riesce a portare una ventata di umanità e calore. 

    Per la stesura di Qualcuno volò sul nido del cuculo Kesey trasse ispirazione dalla sua esperienza nell'ospedale dei veterani di Menlo Park. Qui Kesey passò molto tempo a parlare con i pazienti, a volte sotto l'effetto delle droghe psicoattive che aveva volontariamente deciso di testare. Egli riteneva che questi pazienti non fossero "pazzi", bensì individui rifiutati dalla società perché non conformi agli stereotipi convenzionali di comportamento e pensiero.

L'autore.
Ken Kesey, nome completo Kenneth Elton Kesey, è stato uno scrittore statunitense. Esponente della controcultura statunitense della seconda metà del secolo scorso, Kesey divenne noto per il romanzo Qualcuno volò sul nido del cuculo
.
Da questo romanzo è stato tratto l'omonimo film interpretato da Jack Nicholson, Will Sampson e Danny De Vito.
-

Qualcuno volò sul nido del cuculo (One Flew Over the Cuckoo's Nest) è un film del 1975 diretto da Miloš Forman.

Ha segnato la storia del cinema nella trattazione innovativa di un argomento molto delicato come il disagio presente negli ospedali psichiatrici, denunciando in maniera drammatica il trattamento inumano cui sono stati sottoposti i pazienti ospitati nelle strutture ospedaliere statali, verso i quali è stato vigente un atteggiamento discriminatorio, alimentato dalla paura dell'aggressività che caratterizza in qualche caso la malattia mentale.

VEDI UNA SCENA DEL FILM


Curiosità.

  • Il titolo è altamente simbolico, ma la traduzione italiana limita la comprensione effettiva del suo significato. Letteralmente riprende il verso di una filastrocca: Three geese in a flock, one flew East, one flew West, one flew over the cuckoo's nest ("Uno stormo di tre oche, una volò ad est, una volò ad ovest, una volò sul nido del cuculo").  Il termine inglese "cuckoo" indica propriamente il cuculo, ma in senso traslato significa anche "pazzo" e quindi il titolo potrebbe essere tradotto con "qualcuno diventò pazzo".  Il cuculo non costruisce un proprio nido ed è solito deporre le sue uova in quelli altrui. I piccoli di cuculo, una volta venuti al mondo, spingono fuori dal nido i figli degli uccelli che lo hanno costruito. Questa prole adottiva viene poi nutrita dai nuovi genitori che, guidati dall'istinto, continuano ad accudire i nuovi nati come se fossero i loro.  Un ulteriore significato può essere dato dal fatto che, il protagonista, giunto nell'ospedale psichiatrico, porta gli altri pazienti ad interpretare la loro permanenza all'interno della struttura in modo innovativo, fuori dai canoni infermieristici e cambiando abitudini, stravolgendo cioè "il nido" e le sue precedenti regole.
.
  • Il film fu girato in un vero ospedale psichiatrico.
  • Kesey, inizialmente coinvolto nella lavorazione del film, rinunciò nel giro di due settimane. Disse di non aver nemmeno mai visto la pellicola perché vi fu una diatriba riguardo alla somma di $20,000 con cui fu inizialmente ricompensato per i diritti della sua opera. Inoltre non condivise la scelta di non far narrare la vicenda dal Capo Bromden, come avviene invece nel libro.
  • Il film evidenziò alcuni attori allora sconosciuti o poco in rilievo: come Danny DeVito, Christopher Lloyd o Brad Dourif.
  • Jack Nicholson e Scatman Chroters si ritrovarono a lavorare nuovamente insieme 5 anni dopo in "Shining" di Stanley Kubrick.
  • Dean R. Brooks che interpreta il dottor Spivey, era un vero dottore ed il principale dell'ospedale dove è stato girato il film.
  • Le scene e gli ambienti del video di "Basket case" dei Green day riprendono si rifanno chiaramente a quelle del film.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...