lunedì 3 febbraio 2014

Recensione LA PICCOLA MERCANTE DI SOGNI di Maxence Fermine



Buongiorno e buonissimo inizio settimana!!

Inizio questa giornata nel blog postandovi il mio pensiero su un libro piccolo ma delizioso.
Durante il giorno seguiranno altre due recensioni!!!

LA PICCOLA MERCANTE DI SOGNI
di Maxence Fermine

La Petite Marchande de rêves
Ed. Bompiani
Trad. C. Conti
190 pp
12 euro

USCITA 20 NOVEMBRE
2013
Trama

Malo ha undici anni e due genitori ricchi e distratti, con cui vive a Parigi, noiosamente, in mezzo al benessere. 
Il giorno del suo compleanno la madre gli organizza una festa lussuosa e lo ficca in taxi per farcelo andare da solo ma il taxi, sul Pont Neuf, viene urtato da un bus e finisce nella Senna. 
Il tassista riemerge, mentre Malo viene dato per disperso. 
In realtà, Malo ha trovato una botola in fondo al fiume, l'ha aperta ed è entrato in un mondo parallelo, dove incontra alberi che starnutiscono, gatti che parlano, ombre che rassicurano e una venditrice di sogni (belli) in bottiglia. 
Sono proprio i sogni però a mettere alle strette Malo: per comprarne qualcuno, il ragazzino si ritrova vittima del ricatto di un alchimista cattivo, che lo minaccia di farlo restare per sempre nel mondo delle ombre, al suo servizio. 
Per fortuna, Malo saprà come cavarsela - risvegliandosi in un mondo reale in cui il sottosuolo è solo un ricordo.

L'autore.
Maxence Fermine è nato ad Albertville, ha trascorso parte della sua infanzia a Grenoble e attualmente vive tra le nevi dell'Alta Savoia. Bompiani ha pubblicato il suo primo romanzo, Neve(1999), che ha già avuto nove edizioni
.


Aggiungi didascalia


Un bambino di 11 anni, un po' solitario e molto sognatore, tanto da essere rimproverato da genitori ed insegnanti proprio per la sua propensione a "sognare ad occhi aperti", a stare "con la testa tra le nuvole" o "sulla luna"....; un bambino che si sente trascurato da mamma e papà, troppo presi dalla carriera e dal benessere per fermarsi a parlare col piccolo Malo, chiedergli cosa pensa, cosa sente, cosa desidera...
E come se fosse un'incombenza alla quale non si può dire no, ecco che la madre, la mattina dell'11° compleanno di Malo, decide di organizzargli una festa in uno strano albero parigino... ma un incidente in taxi, proprio mentre il bimbo si reca curioso e dubbioso alla propria festa, sarà per lui l'occasione per vivere in prima persona una magica esperienza... nel mondo dei sogni!, anzi, nel Regno delle Ombre...!

.
Dalle acque della Senna, Malo si ritroverà catapultato in un posto straordinario, incontrando man mano, e nell'arco praticamente di una sola notte, tanti personaggi bizzarri, alcuni strani, altri inquietanti, altri malinconici e teneri...
Con sua somma sorpresa, farà la conoscenza di una quercia raffreddata e che starnutisce sempre, di un'acacia altezzosa e piena di sè, di un gatto, Merchator, che dirige un albergo particolare, in cui si terrà la tanto attesa festicciola.
E quella sera Malo conoscerà altri bambini particolari, e soprattutto, in mezzo ad un mondo sconosciuto che ha come caratteristica principale l'essere totalmente in bianco e nero, conoscerà la affascinante e coloratissima Lili, dagli occhi color dell'oro e i capelli dritti in testa, tanto bella quanto scostante e, allo stesso tempo, comprensiva verso lo smarrito e sorpreso nuovo arrivato.
Lili, poi, è un personaggio interessante agli occhi del ragazzino perchè fa un lavoro davvero particolare: vende delle scatole magiche nelle quali sono rinchiusi dei sogni: le scatole della felicità, quasi tutte colorate, tranne che quelle nei quali è rinchiuso un incubo; la ragazza, per riempire le scatole, va alla ricerca dei sogni ... E dove li prende? In un cimitero, lì dove le persone morte da poco hanno ancora dei sogni che vagano qua e là.

Ma gli incontri di Malo non saranno tutti simpatici e divertenti, bensì anche più sgraditi, come nel caso del mago Septimus, pronto a ricattare il piccolo ragazzino per cercare dei tenerlo con sè nel Regno delle Ombre.
Ma grazie all'aiuto della bella amica Lili, Malo potrà avere l'opportunità di pagare il proprio "riscatto" e tornare alla sua vita, dai suoi distratti genitori, non prima però di aver incontrato altri singolari personaggi, ognuno con una sua caratteristica indimenticabile ma tutti accomunati dal desiderio di aiutare il loro piccolo visitatore.

Che dirvi?
E' una favola dolce e carina, che ricorda molto il "viaggio fantastico" di Alice nel paese delle meraviglie, per gli incontri con animali che parlano, con personaggi un po' scorbutici e prepotenti e altri commoventi, per lo stupore ingenuo che caratterizza il piccolo viaggiatore/sognatore, che si renderà conto, a fine sogno, di aver vissuto la notte più bella e magica della propria piccola vita!

scenario fantasia
-
Breve e scorrevole, si legge col sorriso sulle labbra, con un pizzico di nostalgia per la capacità di sognare e stupirsi propria dell'infanzia - che mai dovremmo perdere, nell'età adulta! -, il lettore viene catapultato da Fermine, insieme a Malo, in un mondo parallelo, in una realtà fantastica, di quelle che forse, da bambini, almeno per una volta, abbiamo desiderato che esistessero per davvero..: un posto da sogno in cui fare un salto una volta ogni tanto, per ritrovare la voglia di giocare, scoprire, dare importanza a ciò che ci circonda, il calore di un sorriso, la bellezza di fermarsi a guardare il cielo tappezzato di stelle, la sensazione che spesso la felicità si racchiude nelle piccole cose....

Consigliato a... chi vuol sognare!!

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...