martedì 4 febbraio 2014

Dal 12 febbraio in libreria: COME IL VENTO TRA I MANDORLI (e altri..)



Anteprime del 12 febbraio:


COME UN SOPRAMMOBILE
di Mary Wesley


cover
Ed. Astoria
Trad. P. MAzzarelli
280 pp
17.50 euro
USCITA 12 FEBBRAIO
2014
Trama

Londra, 1941. Juno, diciassette anni, accompagna alla stazione i due giovani che ha amato per gran parte della sua vita: Jonty e Francis, cugini e amici inseparabili, che l’hanno da sempre trattata come un soprammobile e che, prima di partire, con la gelida spietatezza della gioventù, non volendo andare al fronte vergini, un po’ la forzano un po’ la convincono a trascorrere una notte di sesso tutti insieme.
Rimasta sola, si ritrova a vagare per Londra in una notte di bombardamenti.
Viene soccorsa da Evelyn, un uomo dall’aspetto fragile, che con grande gentilezza le offre rifugio e, dopo aver sentito la sua storia, scrive una lettera al padre, invitandolo a ospitare la giovane Juno.

Con un misto di spavalderia e infantilismo, che rendono Juno un personaggio indimenticabile, la ragazza decide di non raggiungere la madre, partita per il Canada con il nuovo marito, e di andare alla ricerca della famiglia di Evelyn, in Cornovaglia. 
Qui, trasformatasi in mozzo di stalla, contadina e dopo poco “piccolina” di casa, scoprirà un mondo nel quale non solo troverà pace, ma anche un luogo in cui non è più solo un soprammobile. 
Il capitolo finale, vent’anni dopo, è degno della migliore Jane Austen.


IL CIRCOLO DELLA NOTTE
di Davide Zanfini


Ed. Leone
12 euro
192 pp
USCITA 12 FEBBRAIO
2014
Trama

Roberto è un giovane programmatore che lavora in un'azienda a Bologna. Ha avuto una grande storia d'amore finita male e a causa di quell'esperienza non riesce più a instaurare relazioni durature con altre donne. 
L'incontro con Luca, riflessivo e timido padre di famiglia con il quale condivide passioni, passatempi e visione del mondo, gli fornisce il compagno ideale per riscoprire il gusto della vita con azioni fuori dagli schemi. 
Insieme a Giada, ragazza bellissima ma malinconica, fonderanno il Circolo della Notte, finché i tre amici non saranno costretti, loro malgrado, a fare i conti con l'età adulta che incalza inesorabile, e con le responsabilità e le scelte che essa comporta.






COME IL VENTO TRA I MANDORLI
di Michelle Cohen Corasanti


Come il vento tra i mandorli
Ed. Feltrinelli
Trad. A. Pizzoli
384 pp
17 euro
USCITA 12 FEBBRAIO
2014
Trama

Mi arrampicai sul nostro mandorlo: Abbas e io l’avevamo soprannominato Shahida, testimone, perché passavamo così tanto tempo tra i suoi rami a guardare gli arabi e gli ebrei che ormai era un compagno di giochi, e si meritava un nome. L’ulivo a sinistra di Shahida era Amal, speranza, e quello a destra era Sa’dah, felicità.

Palestina, metà degli anni cinquanta. Mentre il conflitto arabo-israeliano infiamma, Ichmad – dodici anni, un talento non comune per la matematica e un’ammirazione sconfinata per Albert Einstein – scopre per la prima volta cosa siano la violenza e la paura. 
La sua famiglia viene costretta dall’esercito israeliano a trasferirsi in un misero fazzoletto di terra rallegrato soltanto da una pianta di mandorlo, unica fonte di sostentamento e ristoro. 
Ma i problemi non sono finiti: quando il padre di Ichmad viene imprigionato con l’accusa di aver nascosto delle armi, spetta al primogenito prendersi cura della madre e dei fratelli. Ichmad deve trovare un lavoro, e in fretta. Suo unico conforto, il mandorlo in fondo al giardino. 
.
Anno dopo anno, ingiustizia dopo ingiustizia, i suoi fratelli soccombono all’odio verso Israele, invece Ichmad lotta per dare un senso a ciò che lo circonda e, grazie alla sua intelligenza matematica, vince una borsa di studio per l’università. Intanto il mandorlo resta lì, in fondo al giardino d’infanzia. 
Mentre la Storia fa il suo corso. Mentre Ichmad, ormai adulto, riesce a emigrare negli Stati Uniti nonostante l’opposizione della famiglia. Mentre capisce cosa siano l’amore e il lutto, la rabbia e il perdono. 
E, riappropriandosi delle proprie radici, finalmente ricomincia a sognare.


STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI
di Markus Zusak

Storia di una ladra di libri

Ed. Frassinelli
576 pp
16. 90 euro
USCITA 12 FEBBRAIO
2014


Nella Germania della Seconda guerra mondiale, quando ogni cosa è in rovina, una bambina di nove anni, Liesel, inizia la sua carriera di ladra. 
All'inizio è la fame a spingerla, e il suo bottino consiste in qualche mela, ma poi il vero, prezioso oggetto dei suoi furti sono i libri. Perché rubarli significa salvarli, e soprattutto salvare se stessa. Liesel infatti sta fuggendo dalle rovine della sua casa e della sua famiglia, accompagnata dal fratellino più piccolo e diretta al paese vicino a Monaco dove l'aspetta la famiglia che li ha adottati. 
Nell'inverno gelido e bianco di neve, il bambino non ce la fa, ed è proprio vicino alla sua tomba che lei trova il primo libro. 
Il secondo, invece, lo salva dal fuoco di uno dei tanti roghi accesi dai nazisti. 
Col passare del tempo il numero dei libri cresce e le parole diventano compagne di viaggio, ciascuna testimone di eventi terribili ai quali la bambina sopravvive, protetta da quei suoi immortali, straordinari, amorevoli angeli custodi.





L'ORDINE INNATURALE DEGLI ELEMENTI
di Barbara Buoso

Ed. Baldini & Castoldi
216 pp
14.90 euro
USCITA 12 FEBBRAIO
2014
Trama

Le preghiere della comunità non avevano potuto evitare la nascita dell’unica femmina in una famiglia di quattro fratelli. 

Nata nel 1972, in una casa colonica tra l’Adige e il Po, Caterina si misura da subito con l’arcaicità delle sue origini contadine: il padre antepone la salute delle barbabietole a quella della figlia, privandola dell’infanzia, lasciando poi che la seppellisca in una fossa insieme alla violenza subita dal Cacciatore e non solo. 
La Via Crucis personale di Caterina è scandita da botte e sopraffazioni, violenze fisiche e psicologiche. 
Per salvarsi dovrà invertire l’ordine di elementi ineluttabili: chi pratica il male lo fa come se fosse la cosa più naturale del mondo, la vittima che lo riceve crede di meritarselo. 
È contro questo ordine innaturale, la logica crudele del patriarcato rurale, che Caterina si ribellerà, provocando tempeste e terremoti non solo nella sua vita.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...