sabato 14 giugno 2014

Anteprime Neri Pozza (19 giugno)



Ci sono delle bellissime ed invitanti anteprime Neri Pozza, che vi mostrerò...
Della prima non so ancora la data di pubblicazione; gli altri due credo escano il 19 giugno, ed entrambi sono "storici", seppur ambientati in epoche ed ambienti diversissimi.
Seguitemi e ditemi cosa ne pensate!!

L'AMANTE DI CALCUTTA
di Sujata Massey


Ed. Neri Pozza
528 pp
18 euro
Trad. L. Prandino
PROSSIMAMENTE
«Un romanzo che tiene con il fiato sospeso 
e che parla d’amore e di identità, con un linguaggio accattivante e sensuale».

Laura Lippman

Trama

A 7 anni, Didi - che tutti chiamavano Pom - viene separata dalla famiglia: a 10 anni, dopo essere stata raccolta malconcia dal ciglio di una strada e rimessa in sesto dal dottor Andrews a forza di dal, riso e latte bollito, per entrare a servizio nella scuola inglese di Miss Jamison, Pom è costretta a cambiare il suo nome e diviene Sarah: la piccola orfana che serve il bed tea alle insegnanti ancora assonnate, passa lo straccio nella sala da pranzo, manovra i ventilatori nelle aule per tenere fresche le allieve.
Nell’istante, tuttavia, in cui sente leggere L’isola del tesoro, Il libro della giungla, e ancora Virginia Woolf e Steinbeck, Sarah scopre che cosa vuole fare da grande: lavorare con i libri e, chissà, diventare una brava insegnante.
E così inizia a studiare l’Oxford English Dictionary cercando di apprendere il più possibile, ma uno scandalo a scuola la costringe a fuggire a Kharagpur, una città insidiosa, violenta, in cui alle donne sole è permesso lavorare soltanto nei postriboli.
17354205
Th sleeping dictionary

Dopo varie vicissitudini, giunge a Calcutta e lì incontra un affascinante funzionario del governo inglese che le offre di lavorare nella sua biblioteca.
Pom dice di chiamarsi Kemala, sperando che questo nuovo impiego le porti finalmente fortuna..

L'autrice.
Sujata Massey è nata in Inghilterra da madre tedesca e padre indiano. Cresciuta negli Stati Uniti, ha studiato scrittura alla Johns Hopkins University, ed è stata reporter per il Baltimore Evening Sun. Dopo aver soggiornato a lungo a Tokyo, ha scritto The Salaryman's Wife, il primo libro della serie mystery di Rei Shimura che le è valso, tra gli altri, l’Agatha Award, l’Edgar Award e la pubblicazione in 18 paesi. Vive a Washington con la famigli
a.


Dall'esotica India, approdiamo nel mondo della conturbante storia d'amore tra due letterati....


MRS. POE
di Lynn Cullen


Ed. Neri Pozza
Trad. M. Ortelio
352 pp
15.50 euro
USCITA 19 GIUGNO
2014
Trama

È il 1845 quando Frances Osgood si imbatte per la prima volta in Edgar Allan Poe. 
Lei è una poetessa esile, pallida, con i capelli nerissimi e lucenti. Lui un misto di soavità e alterigia.
Frances vive a casa dei coniugi Bartlett, librai e editori noti nella New York di metà Ottocento.
I due l’hanno generosamente accolta dopo che suo marito, Samuel Osgood, un pittore fedifrago, l’ha abbandonata in una stanza dell’Astor House, uno degli alberghi più lussuosi della metropoli americana, per lanciarsi alla ricerca di nuove conquiste e avventure.
L’incontro con Poe avviene a casa di Anne Charlotte Lynch, durante un ricevimento con ospiti illustri.
Poe fa il suo ingresso nel salotto di casa Lynch con l’aria marziale di un soldato, vestito in modo impeccabile, la fronte eretta, lo sguardo da cui emana un’intelligenza gelida; ha appena pubblicato Il corvo  ed è accompagnato da Virginia, la cugina presa in sposa quando era poco più di una bambina. 
Giovanissima e snella, di una bellezza esangue e dai tratti – fronte larga, bocca aggraziata, occhi incastonati fra ciglia scure – straordinariamente simili a quelli del marito, Virginia, insieme al debole dello scrittore per la bottiglia, costituisce uno degli argomenti prediletti nei salotti letterari newyorchesi.
A casa di Charlotte Lynch, lo sguardo di Poe indugia a lungo su Frances Osgood, ed ha inizio una relazione che, in un poco tempo, si muta in un amore illecito, fatto di seducenti sotterfugi e incontri pieni di malia e, come in un racconto di Poe, di oscure pulsioni e ingrati destini.
16130398
.
Mrs. Poe pone i riflettori su uno dei triangoli d’amore più noti nella storia della letteratura e, insieme, su un’epoca di grandi fermenti e trasformazioni.

L'autrice.
Lynn Cullen è nata a Fort Wayne, Indiana. Ha scritto diversi libri per ragazzi, tra cui I Am Rembrandt’s Daughter, vincitore del Barnes & Noble Discover Great New Writers del 2007 e dell’ALA Best Book 2008. Il suo The Creation of Eve (Putnam, 2010) è stato inserito nella classifica dei migliori libri del 2010 e tradotto in diverse lingue
.


IL BAMBINO DI BUDRIO
di Angela Nanetti


Ed. Neri Pozza
17.50 euro
368 pp
USCITA 19 GIUGNO
2014
Perché un'attitudine paterna si trasforma in divorante ambizione? E che cosa spinge verso la rovina un legittimo desiderio di gloria?

La storia di un «unto del Signore» e di un ragazzo-prodigio nell’Italia del Seicento.

Romanzo finalista alla prima edizione del Premio Neri Pozza.

Trama

Nel 1644 Budrio è un antico castello della città di Bologna con belle mura cinte da un fossato e, intorno, una campagna ricca di acque. 
Dentro al castello, si erge la chiesa di San Lorenzo e il convento accanto ospita diciassette frati, tra i quali padre Giovanni Battista Mezzetti.
Noto come «l’unto del Signore» per il suo titolo di teologo, il frate ha poco più di trent’anni ed è un uomo alto, con lo sguardo sicuro, i capelli fluenti e la voce suadente e imperiosa. 
Al medico di Budrio, Alberto Carradori, uomo di scienza, confida non soltanto i suoi disturbi, i suoi scatti d’ira improvvisi e il fuoco interiore che lo consuma, ma anche le sue angustie, i suoi slanci e il suo fervore di maestro del convento, addetto a insegnare la grammatica, la lingua italiana e quella latina ai ragazzi di Budrio. Ma svela, soprattutto, i progetti futuri di un suo allievo: Giacomo Modanesi, un bambino di intelligenza e memoria prodigiose, proveniente da una povera famiglia.
Padre Giovanni Battista Mazzetti ha scorto il bambino per strada mentre mendicava e, dopo aver convinto il console e il massaro del castello, l’ha accolto nella scuola del convento per accorgersi che è un autentico prodigio, una mente che apprende come una spugna immersa dentro l’acqua, un ingegno destinato a grandi, inimmaginabili cose.
Quale migliore occasione per celebrare con lui la potenza del Creatore?

Finalista alla prima edizione del premio letterario Neri Pozza 2013, Il bambino di Budrio racconta la storia vera del tormentato rapporto affettivo tra un maestro troppo ambizioso e un allievo dal talento straordinario. Grazie a una penna sapiente e a una grande capacità di ricostruire le ambientazioni e le atmosfere dell'Italia seicentesca, Angela Nanetti si addentra nelle stanze proibite di papa Innocenzo X e ci regala il ritratto memorabile di una creatura prodigiosa, ingenua e fragile, cui viene rubata l'infanzia. 
Angela Nanetti
angela nanetti
Un romanzo che, pur raccontando una vicenda lontana, ha nella voce dell’io narrante le vibrazioni di una coscienza moderna.

L'autrice.
Angela Nanetti è nata a Budrio (Bo) e si è laureata in Storia medioevale. Ha insegnato nelle scuole medie e superiori di Pescara, dove risiede. Dal 1984 a oggi ha pubblicato più di venti romanzi per ragazzi, molti dei quali premiati in Italia e all’estero. È tradotta in 25 Paesi. Il bambino di Budrio è il suo primo romanzo per un pubblico adulto.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...