giovedì 1 ottobre 2015

Recensione film: TUTTE LO VOGLIONO (Alessio M. Federici)



E anche domenica sera sono stata al cinema; purtroppo la lista dei film tra cui scegliere l’eletto non mi entusiasmava più di tanto, ma essendomi rifiutata di guardarmi un’americanata (in particolare cose riguardanti colpi di stato, FBI e CIA), ho ripiegato comunque su un film italiano.

Tra L’esigenza di unirmi ogni volta con te e Tutte lo vogliono, ho optato per la commedia strappa sorrisi.

TUTTE LO VOGLIONO
(Alessio M. Federici)

-


Cast: Enrico Brigano, Vanessa Incontrada, Giulio Berruti, Gianna Paola Scaffidi.

Orazio lavora in un negozio di animali, e fa soldi facendo video in cui i protagonisti sono proprio loro, mentre si lasciano andare a bizzarrie varie e divertenti.

La sua vita procede abbastanza piatta e monotona a livello sentimentale; sono anni che non sta con una donna e aspetta intanto di incontrare l'amore della sua vita. Insomma, uno sfigato romanticone!!


E poi c’è lei, Chiara, bella, sempre sulle sue, benestante, distaccata, seria, professionale sul lavoro (food planner, lavora nell’azienda di famiglia, con a capo la madre, una signora raffinata e molto snob) e con un grande problema: è anorgasmica, non prova mai alcun piacere sessuale con gli uomini nei momenti di intimità.
Questa sua frigidità la fa star male, la incupisce, e lei desidera davvero risolverla ed essere finalmente una donna normale, che si lascia andare e prova piacere!
Sta addirittura frequentando un gruppo di mutuo aiuto con donne che hanno il suo stesso problema; un giorno, una di esse, le dà il numero di un uomo che si offre per fare sesso gratis e dare alle donne ciò che vogliono.


Il mercenario senza soldi si fa chiamare molto simpaticamente GPS, cioè Generoso Partner Sessuale.

Ma a causa di una serie di equivoci ed eventi fortuiti, Chiara incrocerà Orazio, scambiandolo per il suo GPS e l’equivoco si protrarrà per diverso tempo, anche da parte di Orazio che – inizialmente ignaro – attraverso battute ambigue, alimenterà il fraintendimento, che non potrà non andare avanti.

E quando lui si accorgerà di essere stato scambiato per un tombeur  de femmes di professione, approfitterà della situazione in maniera giocosa e divertente, mentre la povera e frustrata Chiara – divisa tra l’attrazione per il bellissimo amico di infanzia Raffaello (G. Berruti), che la desidera – e la paura di continuare a non provare nulla, aspetterà invano di essere istruita e sbloccata da un imbranato Orazio.

Una commedia degli equivoci con molte gag divertenti, che fanno davvero ridere; Brignano è sempre il solito simpaticone dalle espressioni facciali buffe, dall’aria da imbranato cronico, ma anche dai buoni sentimenti; la Incontrada ha vestito bene i panni della donna frustrata e scontenta, che crede di sapere il tipo di uomo che deve starle accanto (il bellone di turno, che anche la madre vede come un ottimo partito per lei) ma che finirà per tirar fuori il suo vero carattere grazie ad Orazio, con il quale scoprirà che si può essere felici pur godendo di cose più semplici.

È un film carino, godibile, adatto se avete voglia di farvi qualche sana risata.


Per leggere le recensione di altri film clicca sull'etichetta "Cinema"

2 commenti:

  1. Da una parte ne sono rimasta un po' delusa.. insomma bah carino a tratti divertente.. ma io sto diventando allergica ai film italiani -_-"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io purtroppo sto sviluppando l'allergia alla cinematografia hollywoodiana, senza però mai chiudermi ad essa, ci mancherebbe :D
      preferisco un determinato tipo di cinema italiano, ma i film che cercavo non sono ancora arrivati nella mia città, quindi ho dovuto "accontentarmi" :/
      beh, sì, è un film carino, niente di impegnativo ;)

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...