giovedì 22 maggio 2014

Da oggi in libreria (22 maggio)



Da oggi in libreria: un thriller dalle atmosfere inquietanti, un romanzo sulla famiglia, uno incentrato sul particolare rapporto tra due gemelli fin troppo legati tra loro...

OMICIDIO A WHITEHALL
di Sarah Pinborough


Ed. Fanucci
336 pp
4.99  (ebook)
14 euro
DAL 22 MAGGIO 2014
Trama

Londra, 1888. La città è in preda al terrore: Jack lo Squartatore continua a mietere vittime e le forze dell’ordine sono incapaci di fermarlo. 
Ma un altro serial killer sembra aggirarsi per le strade: gli omicidi sono altrettanto brutali e raccapriccianti, i corpi vengono ritrovati senza arti e senza testa. 
Il chirurgo ufficiale di Scotland Yard, il dottor Thomas Bond, non ha dubbi sul fatto che gli assassini siano due: a differenza dello Squartatore, il killer senza nome è mancino, ha buone conoscenze di anatomia e seziona le sue vittime con maniacale freddezza. 
Più prosegue nelle indagini, più il dottor Bond rimane intrappolato nell’ossessione del suo avversario. 
Insonne, afflitto da dolori che lo costringono a consumare oppio, finisce per allontanarsi dalle soluzioni più razionali, percorrendo piste che sembrano condurre a un’entità sovrannaturale, ancora più difficile da braccare. 
La caccia è iniziata e i mezzi a disposizione delle forze dell’ordine non basteranno per portarla a termine...



I MIDDLESTEIN
di Jami Attenberg


Ed. Giuntina
Trad. R. Volponi
219 pp
15 euro
dal 22 MAGGIO 2014
Trama

Per più di trent'anni Edie e Richard Middlestein hanno condiviso la vita - una solida famiglia di Chicago, due figli, una bella casa, un buon lavoro, molti amici.
 Ma tutto viene sconvolto perché Edie mangia troppo. 
È tormentata dal cibo, pensa solo a quello e agisce di conseguenza - se non riuscirà a smettere non le rimarrà molto da vivere. 
Quando Richard decide alla fine di lasciare sua moglie, tocca ai figli prendere il controllo della situazione. 
Robin, polemica e irrisolta ma generosa, è determinata a farla pagare al padre per aver lasciato sola la mamma; Benny, un uomo tranquillo, padre di famiglia che è solito concludere le giornate con uno spinello, preferirebbe lasciare che le cose procedano per il loro corso. 
Sua moglie Rachelle, donna perfezionista e un tantino stressata, è decisa invece a salvare la suocera, ma la missione risulterà molto più ardua dell'organizzare la grandiosa festa per il b'nei mitzvah dei loro due gemelli. 
Nel frattempo Edie continua a mangiare e a ingrassare, ma forse - la sensazione si insinua gradualmente nel lettore - non è l'unica responsabile per quello che fatalmente succederà. 

Con grande partecipazione e fine senso dell'umorismo, Jami Attenberg costruisce un romanzo epico sul matrimonio, la famiglia e le nostre ossessioni, seguendo le vicende di una famiglia ebraica americana a cui non potrete fare a meno di affezionarvi.

LA MECCANICA DEI RUOLI
di Alice Malerba


Ed. CartaCanta
134 pp
13 euro
dal 22 MAGGIO 2014
Trama

Ada e Cosmo sono due gemelli trentenni cresciuti a Torino. Abbandonati dal padre alla nascita e con una madre da sempre affetta da gravi disturbi depressivi e bipolari, sono stati allevati dalla nonna materna, una donna del Sud, dura e anaffettiva. 
Sin dall'infanzia la loro strategia di sopravvivenza di fronte a una realtà amara e triste si è basata su un'unione indissolubile, fatta di complicità e compensazioni continue. Fino allo strappo improvviso di Cosmo, che, ormai laureato, sceglie di andare a vivere dall'altra parte del mondo, lasciando Ada interdetta. 
La morte improvvisa della nonna offrirà ai due giovani l'occasione, nel tempo di un viaggio in auto da Torino a Noto, per riappacificarsi con le reciproche scelte e ravvivare un sentimento sfilacciato dalle incomprensioni e dai silenzi, ma che li ha sempre tenuti legati, un amore vorace e irruento, come un involucro protettivo contro quel mondo che ha chiesto loro troppo, lasciandoli inermi e confusi ad affrontare l'età adulta. 
Chi può giudicare la legittimità del loro legame? 
Chi può stabilire i limiti entro cui accettare e comprendere le loro carezze, il loro continuo cercarsi?

2 commenti:

  1. vero, poi il riferimento allo squartatore attira ^_^

    RispondiElimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...