venerdì 7 dicembre 2012

Narrando l'Oriente: Nanae Aoyama.



Eccoci con un autrice dell'Est....: Nanae Aoyama.

Un bel giorno per rimanere da sola
Ed. Salani
Collana Romanzi
Trad. di M. Mariotti
137 pp
13 euro
2010
Trama

Chizu ha vent'anni e si è appena trasferita a Tokyo per decidere che cosa fare della sua vita. 
Non ha molta voglia di continuare a studiare e trascorre le sue giornate tra lavoretti precari e un fiacco rapporto con un coetaneo molto più interessato ai videogiochi che a lei. 
A Tokyo è ospite di un'anziana amica di famiglia, Ginko, sulla quale Chizu rovescia la sua rabbia. Tanto Chizu è cinica e sprezzante, quanto Ginko è ottimista e fiduciosa. 
Ma un anno di (difficile) convivenza farà cambiare molte cose, e mentre i rapporti sentimentali di Chizu falliranno, Ginko si aprirà a un amore che, seppur tardivo, si rivelerà solido e felice. 
E Chizu imparerà a vivere proprio dalla donna che tanto disprezzava.

L'autrice.
Nanae Aoyama (1983) è una giovane scrittrice giapponese, ha vinto il premio Akutagawa, "il Nobel giapponese per la letteratura", a soli 27 anni.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...