mercoledì 23 ottobre 2013

Cito e canto.... CRESCENDO E CERCANDO



cito e canto

Breve passaggio, pieno di significato, tratto da DIARIO 1941-1943 di Etty Hillesum, con annessa canzone; ho pensato ad essa in particolare per una frase che l'Autrice scrive e che, a livello concettuale, è presente anche nel testo di Baglioni.


"Trovo bella la vita, e mi sento libera. 
I cieli si stendono dentro di me come sopra di me.

Credo in Dio e negli uomini e
 oso dirlo senza falso pudore. 
La vita è difficile, ma non è grave.
 Dobbiamo cominciare a prendere sul serio il nostro lato serio,
 il resto verrà allora da sé: 
e «lavorare a se stessi» non è proprio una forma d'individualismo malaticcio. 
Una pace futura potrà esser veramente tale 
solo se prima sarà stata trovata da 

ognuno in se stesso
 - se ogni uomo si sarà liberato dall'odio contro il prossimo, 
di qualunque razza o popolo, 
se avrà superato quest'odio 
e l'avrà trasformato in qualcosa di diverso,
 forse alla lunga in amore
 se non è chiedere troppo. 
È l'unica soluzione possibile."


di Claudio Baglioni


"Sono nato anch'io sotto un passaggio di stelle 
e nel cuore Dio fu come nella notte un tuono 
ho viaggiato il mio destino tra l'anima e la pelle 
muto in ogni addio da solo il vento non ha suono 
io non chiedo un poco più di pane 
ma che tu lo mangi insieme a me 
E non credo che ci sia una pace mai
se la pace non è dentro te...!"



Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...