martedì 14 agosto 2012

Wishlist: "I Miserabili" - "La casa di vetro"



La rubrica "I libri che vorrei" la associo sempre ad un sospiro...!!
Eh sì, perchè son davvero tanti i libri che vorrei inserire in libreria per poi gustarmeli a tempo debito, ma non è così automatico, per me, acquistarli tutti nei tempi che vorrei, quindi un pò di sospiro malinconico ci sta!!

Allora, parte da un'opera che è a buon diritto considerata un capolavoro della letteratura:

I MISERABILI
di Victor Hugo

I miserabili. Ediz. integrale
Ed. Newton Compton
Collana I Mammut
a cura di R. Reim
trad. di E. De Mattia
942 pp
14.90 euro
2008
Sinossi

In questo grande romanzo, tra i più importanti della letteratura francese, Victor Hugo riversa gran parte della sua esperienza umana e sociale, per costruire una storia di fatica, esilio, amore e povertà. Un'epopea della miseria e un imponente affresco d'epoca che, nella Parigi dell'800, vede protagonisti alcuni indimenticabili personaggi, come Jean Valjean, la solare Cosette, Fantine, il cupo ispettore Javert: anti-eroi ricchi di luci e ombre, capaci di gesti scellerati ma anche di azioni generose e commoventi. 
Una storia dal ritmo incalzante, magistrale e irripetibile per l'autenticità delle emozioni e per la complessità della trama narrativa.

L'autore.
Victor-Marie Hugo (1802 – 1885) è stato un poeta, drammaturgo, saggista, scrittore, aforista, artista visivo, statista e attivista per i diritti umani francese, considerato il padre del Romanticismo in Francia. Seppe tenersi lontano dai modelli malinconici e solitari che caratterizzavano i poeti del tempo, riuscendo ad accettare le vicissitudini non sempre felici della sua vita per farne esperienza esistenziale e cogliere i valori e le sfumature dell'animo umano.
I suoi scritti giunsero a ricoprire tutti i generi letterari, dalla poesia lirica al dramma, dalla satira politica al romanzo storico e sociale, suscitando consensi in tutta Europa.
L'autore cominciò a "meditare" sull'opera "I miserabili" nel 1845 ma la prima pubblicazione fu ad opera di Lacroix nel 1862.

L'altro direi che è più recente... ^_^

LA CASA DI VETRO
di Simon Mawer

La casa di vetro
Ed. BEAT
Collana Beat
464 pp
9 euro
2011
Trama

Viktor e Liesel Landauer sono una giovane coppia di sposi in viaggio di nozze. 
La famiglia ebrea di Viktor possiede un impero industriale che produce automobili e motociclette, Liesel appartiene all'alta borghesia tedesca. 
Dopo aver attraversato la Carinzia, i Landauer si dirigono a Venezia. In occasione di una festa in un antico palazzo sul Canal Grande, incontrano Rainer von Abt, celebre architetto dai modi eleganti. 
Von Abt si impegna con Viktor in un'appassionate conversazione sull'architettura moderna. 
La casa di vetro
ed. Neri Pozza
18 euro
Quando illustra la sua idea di costruzione con materiali non convenzionali come il vetro e l'acciaio, Viktor si entusiasma a tal punto da proporgli di disegnare una casa per loro a Mesto, in Cecoslovacchia. Von Abt accetta e nel 1929 iniziano i lavori della casa di vetro, un magnifico edificio modernista fondato su una radicale concezione dello spazio aperto, trasparente. 
Una volta finita, la casa diviene il centro dell'esistenza dei Landauer. 
E nella casa di vetro che compare sulla scena Hana, donna giovane, spregiudicata, con molti amanti oltre a un marito, che stabilisce subito un morboso, intimo rapporto con Liesel. 
È dalla casa di vetro e dalla sua rarefatta eleganza che Viktor a volte fugge tra le braccia della seducente Kata. 
Così, tra amori proibiti e segreti inconfessabili, prosegue la vita dorata dei Landauer finché l'avvento del nazionalsocialismo non si abbatte come una scure sulla loro esistenza e sulla loro magnifica dimora.
I Landauer fuggono in America e la casa diviene un laboratorio per gli esperimenti genetici dei nazisti.
Romanzo struggente, commovente, straordinario, basato sulla storia vera di casa Tugendhat, il celebre edificio di vetro e acciaio costruito da Mies van der Rohe a Brno per una ricca famiglia ebrea, La casa di vetro illumina il tramonto di un’epoca di splendore e magnificenza, bruscamente travolta dalla prima guerra mondiale e definitivamente annientata dalla seconda, con gli orrori del nazismo prima e dello stalinismo poi. 

Giudizi:

«La casa sopravvive agli orrori del secolo mentre il mondo dorato dei Landauer va in pezzi».
il Venerdì

«La reale vicenda di Villa Tugendhat, da abitazione privata a sede di esperimenti genetici sotto il nazismo, a centro fisioterapico per bambini malati, infine a museo».
D - la Repubblica delle Donne 
L'autore.
Simon Mawer è uno scrittore britannico; ha vissuto a lungo a Cipro e a Malta; attualmente vive a Roma  con la moglie e i due figli. È autore di altri sei romanzi, tra i quali Mendel’s Dwarf, che ha concorso per il Booker Prize eThe Fall, che ha vinto il Boardman Tasker Prize. 




Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...