martedì 24 luglio 2012

DAL LIBRO AL CINEMA: LA CASA DEGLI SPIRITI



cineromanzo
Per l'appuntamento col CINEROMANZO, cioè dei libri finiti sul grande schermo, oggi è la volta di una saga familiare famosissima scritta da una scrittrice altrettanto famosa ed apprezzata....: La casa degli spiriti (La casa de los espíritus) è il primo romanzo di Isabel Allende, scritto nel 1982.  Esso è anche considerato come il terzo volume di un'ideale trilogia formata da altri due romanzi di Isabel Allende, scritti però successivamente: La figlia della fortuna e Ritratto in seppia.


LA CASA DEGLI SPIRITI
di Isabel Allende

La casa degli spiriti
Ed. Feltrinelli
Universale Economica
368 pp
8 euro
1994
Tram..ina
Alle "Tre Marie",  la splendida tenuta di proprietà di Esteban Trueba, si intrecciano le passioni dei diversi protagonisti: Clara, la moglie del proprietario, trascorre una vita avvolta nei ricordi; Fèrula, sorella di Esteban, dedica la sua vita agli altri; Blanca è innamorata di un servo del padre, Pedro, che avrà parte nella guerriglia della rivoluzione; Alba, la nipote, dovrà invece affrontare la dittatura mentre Esteban scoprirà, proprio a causa dei tragici eventi politici del suo paese, di amare innanzitutto la sua famiglia.

L'omonimo film credo che sia noto ai più...

Locandina italiana La casa degli spiriti
locandina
La casa degli spiriti è un film del 1993 diretto da Bille August.


La narrazione ruota attorno a membri della famiglia altoborghese cilena dei Trueba, considerandone capostipite Esteban, proprietario terriero che ha costruito una fortuna sul proprio duro lavoro e sullo sfruttamento dei mezzadri. La sua storia va dagli anni venti al colpo di Stato del 1973 (con cui sarebbe salito al potere Pinochet) e risulta segnata dalla sua feroce e spietata determinazione sia nella gestione della hacienda sia della sua famiglia e dei suoi quattro amori: la moglie, la sorella, la figlia, la nipote.
Esteban sposa Clara (Meryl Streep), giovanissima sorella della sua prima fidanzata e dotata del potere della predizione. Quando scopre Blanca (Wynona Ryder), la figlia, ad amoreggiare con il suo compagno di giochi, Pedro Terzo García (Antonio Bandèras), figlio dell'amministratore e portatore di idee comuniste, scaccia il giovane: tuttavia i due non si dimenticano nonostante la separazione forzata. 
La loro figlia, Alba, sarà l'unico sprazzo di umanità per il rude nonno, diventato nel frattempo senatore nel partito conservatore per alti meriti, e standogli vicino dopo la morte di Clara e l'arresto di Blanca, addolcirà la sua aspra solitudine.
 Il dispotico protagonista in uno dei suoi truci scatti d'ira aveva inoltre, infatti, cacciato di casa la sorella, Férula (Glenn Close), che morirà sola ed emarginata, non prima che una sua mistica apparizione annunci la sua morte a Clara, l'unica persona da cui avesse ricevuto affetto e tenerezza e che con la sua sensibilità e sensitività si rivela essere il vero perno attorno al quale gira la vita dei morti e dei vivi della 'casa degli spiriti'. 
E' lei, infatti, apparendole dopo morta, a temperare la sofferenza e l'umiliazione subite da Blanca da parte della polizia militare durante il golpe (sostenuto dalla destra conservatrice, poi "tradita" dai militari) e in particolare dal fratellastro - nato da una contadina, una delle tante violentate da Esteban prima di sposarsi -, che in carcere la sottopone ad atroci torture per la sua vicinanza alle cellule ribelli comuniste non meno che perché figlia legittima di Trueba. 
A questi non rimarrà che l'amarezza e il senso di fallimento e in ultimo di intervenire per far liberare la figlia e far fuggire Pedro con lei.

Nella versione cinematografica molti personaggi presenti nel libro, come i fratelli gemelli di Blanca e le vicende a loro legati, sono stati tagliati, l'arresto e le violenze subite da Alba sono attribuiti a Blanca.
Dal film, abbastanza limpido e alle volte statico, si evincono i caratteri storici dominanti nonché le idee politiche che caratterizzano ogni opera dell'Allende. 

PERSONALMENTE NON HO LETTO IL LIBRO, MA HO VISTO IL FILM, CHE RICORDO MI DIEDE UN'IMPRESSIONE POSITIVA... ^_^
*_*
A prescindere dal fatto che sia più o meno attinente al romanzo (non posso dirlo di mio, anche se ho letto dei pareri e pare si sia distanziato un ... pò), c'è da dire che il regista ha scelto davvero un bel cast, che fa la sua figura, in particolare le donne, quali Glenn Close e Meryl Streep, davvero bravissime; meh però pure Banderas, vi dirò, non m'ha fatto male vederlo nella parte di Pedro 
CREDO CHE MI PROCURERò IL ROMANZO PERò, LA ALLENDE MERITA SEMPRE DI ESSERE LETTA, A MIO AVVISO!!

2 commenti:

  1. Il libro è decisamente superiore al film secondo me! Ed è verissimo che il film si distanzia dal libro... per me è stata una delusione cocente, il film non regge proprio il confronto ;)

    RispondiElimina
  2. ah vedi, sono in molti a dirlo!!
    Grazie per il tuo commento ;))

    RispondiElimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...