lunedì 23 luglio 2012

Novità in libreria: L'ULTIMO GIORNO DI JOSEPH CONRAD - STO MOLTO MEGLIO DEI MIEI AMICI MORTI





Vediamo qualche novità interessante che è finita nelle librerie in questi giorni!!

Il primo è un romanzo che si profila intrigante, soprattutto perchè "mette in mezzo", in una trama nientepopodimenoche.. lo scrittore Joseph Conrad!

L'ULTIMO GIORNO DI JOSEPH CONRAD
di David Miller

L'ultimo giorno di Joseph Conrad
Ed. Neri Pozza
Collana I Narratori delle favole
176 pp
13.90 euro
Uscita: 19 luglio 2012
Sinossi


È un giorno di agosto del 1924 a Oswalds, la casa a pochi chilometri dalla costa sud-orientale inglese in cui i Korzeniowski si sono riuniti per celebrare i diciotto anni di John, figlio di Józef Korzeniowski, al secolo Joseph Conrad, e della moglie Jessie. 
Lo scrittore riposa nella sua camera da letto. 
Durante una gita verso la costa in compagnia di Richard Curie, giornalista e amico di famiglia di vecchia data, ha all'improvviso cessato di respirare normalmente. 
Curie l'ha visto ingoiare l'aria come fosse acqua, il petto che si sollevava, il corpo esausto e tremante per lo sforzo, la mano fredda e inerte che stringeva la sua. 
Una volta a Oswalds, il battito per fortuna è tornato regolare e il respiro normale, a detta almeno del medico subito accorso. In casa sono presenti tutti i Korzeniowski e la loro cerchia: Jessie, la moglie dell'autore di "Lord Jim" e "Cuore di tenebra", autrice a sua volta di libri di cucina; Borys, il primogenito veterano di guerra con la moglie Joan King e Philip, il loro piccolo appena nato; John, naturalmente, il festeggiato; Lilian Hallowes, la dattilografa e segretaria personale dello scrittore; Curie, l'amico di famiglia, Arthur Foote, il domestico; Charles Vinten, l'autista e factotum; Audrey, la governante e dama di compagnia di Jessie. 
E Jessie che annuncia la tragedia, facendo accorrere Foote e Audrey al suono della sua campanella. Ha udito un tonfo simile al rumore di una valigia lasciata cadere a terra provenire dalla camera di Conrad.

Ecco invece un libro dalla trama molto particolare, soprattutto al pensiero che ci sono di mezzo dei simpatici vecchietti, pieni di voglia di vivere! ^_^

STO MOLTO MEGLIO DEI MIEI AMICI MORTI
di Vivianne Chocas

Sto molto meglio dei miei amici morti
Ed. Elliot
Collana Scatti
192 pp
16 euro
Uscita: 18 luglio 2012
Sinossi

Una miscela irresistibile di humour e tenerezza per una divertente utopia della terza età i cui eroi forse non saranno troppo saggi ma sono ancora decisamente arzilli
.

Come fa un gruppo di pensionanti irrequieti a scomparire da una casa di cura? La giovane Blanche, animatrice del laboratorio di scrittura lo sa bene. L'improbabile gang in fuga è guidata da un'energica donnetta in sedia a rotelle, una settantenne simpaticamente svanita e due nonnetti armati di petardi e moschetto.
Sono anziani ma alzano il pugno chiuso e sono decisi a far ballare ancora un po' il mondo sotto i loro piedi. 
Il racconto delle loro imprese si alterna a quello della vita di Blanche, vissuta tra incontri fatti di solo sesso e lo strano rapporto con gli arzilli vecchietti della Casa delle Rose. 
A cosa porterà questa bizzarra miscela di giovinezza, fantasia e voglia di vivere?

L'autrice.
Viviane Chocas, nata a Parigi nel 1962, è scrittrice e giornalista. Il suo primo romanzo, Bazar Magyar è uscito nel 2006.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...