lunedì 16 luglio 2012

SUMMERBOOKS: LIBRI... VACANZA! (1)

Abbondano le rubriche che consigliano ottimi libri da portare in valigia o in borsa come compagni di vacanza, che sia in spiaggia o in qualsiasi altro luogo rilassante!!
Beh, non potevo esimermi dall'impresa, però mi incuriosiva cercare, a tal proposito, libri che abbiano in particolare a che fare con l'estate, la vacanza, il sole, il mare..., perchè no, prendendo spunto dal titolo!!

Per adesso iniziamo con questi due...
Il primo è un thriller, il secondo vede come protagonisti 4 giovani 30enni che non hanno molta voglia di crescere e concludiamo con qualcosa di romantico!!

ESTATE DI MORTE
di Harlan Coben

Estate di morte
Ed. Mondadori
Collana Oscar Bestseller
378 pp
9.50 euro
Anno 2010
Sinossi


Durante un campeggio estivo, quattro ragazzi – Gil, Margot, Doug e Camille – si avventurano nei boschi di notte per non farne più ritorno. 
Vent’anni dopo, Paul Copeland, fratello di Camille e brillante procuratore, viene chiamato all’obitorio per il riconoscimento di un uomo ucciso la notte prima. 
Una cicatrice sembra rivelare una verità sconcertante: il morto è Gil. 
Questa scoperta getta Paul in un baratro di ricordi strazianti.
 Che cosa è accaduto davvero nei boschi durante quella tragica vacanza? 
È possibile che anche Camille sia ancora viva?

L'autore.
Harlan Coben è uno scrittore di romanzi gialli, statunitense; con Deal Breaker (1995), primo romanzo della serie gialla incentrata sul procuratore sportivo Myron Bolitar, ha vinto l'Anthony Award, mentre con Fade Away (1996), terzo romanzo della serie, ha vinto il Premio Edgar e il Premio Shamus.

QUATTRO AMICI
di David Trueba

Quattro amici
Ed. Feltrinelli
Collana Universale economica
248 pp
8 euro
Anno 2002
Sinossi

I quattro amici sono: Solo, ventisettenne oppresso da genitori troppo perfetti e dal ricordo di una ex, che sta per convolare a nozze; Blas, grasso e goffo, alla frustrata ricerca di un amore; Claudio, tombeur de femmes che vive solo per l'amicizia; Raul, precipitato dalle fantasie sadomaso a un "tranquillo" menage familiare con due gemelli a carico.
Su un furgoncino di seconda mano che olezza di formaggio, i quattro decidono di concedersi un agosto da leoni, come illusoria fuga dalla quotidianita. 
Da Madrid a Valencia, da Saragozza di nuovo a Madrid, attraverso una serie di avventure, risse, sbornie, cuori infranti e amplessi frettolosi, rinsalderanno la loro amicizia in una tardiva fine dell'adolescenza.

L'autore.
David Trueba Rodríguez (1969) è un regista, scrittore e sceneggiatore spagnolo. Ha diretto vari film, tra cui La buena vida  e Soldados de Salamina. Ha scritto tre libri, Aperto tutta la notte, 1995), Quattro amici,  1999) e Saper Perdere, 2008) pubblicati in Italia da Feltrinelli.

L'ESTATE DELLE MAGNOLIE
di Sherryl Woods
Harmony Romance
6,50 euro
Sinossi

A Serenity, South Carolina, tutti si sentono a casa. È un luogo di pace e tranquillità, che accoglie ogni nuovo arrivato come una grande famiglia. Qui i problemi diventano grandi opportunità.

L'estate porta sole e ottimismo, e anche nella vita di Raylene Hammond è tempo di cambiamenti positivi. Afflitta da una forte agorafobia in seguito ai maltrattamenti dell'ex marito, vive rifugiata a casa dell'amica Sarah e da un po' ha accettato di vedere una specialista per uscire da questa situazione.
Poi, un giorno, incontra l'affascinante Carter Rollins, da poco trasferitosi in città, e scatta subito la scintilla.
 I problemi che li separano, però, sembrano essere troppi perché la fragile Raylene si butti fiduciosa in una storia d'amore. 
Sarà solo quando il passato tornerà a bussare alla sua porta, che capirà di non essere più la donna debole e sottomessa di un tempo, bensì una orgogliosa e degna Magnolia, come si chiamano le amiche dell'inseparabile gruppo a cui appartiene.

Un romanzo che sonda le profondità dei sentimenti, dalle paure alle passioni. Un caleidoscopio di sensazioni inebrianti.

L'autrice.
Sherryl Woods, dopo aver fatto per molto tempo la giornalista, si è dedicata a scrivere romance; scrivendo, la cosa che più le preme è che i suoi lettori possano ritrovarsi nelle esperienze dei protagonisti dei suoi libri!

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...