sabato 9 novembre 2013

Edizioni E/O. Novità in libreria


Interessanti uscite in libreria:

STORIE DI CHI FUGGE E DI CHI RESTA
di Elena Ferrante


Ed. E/O
384 pp
19.50 euro
Novembre 2013
Trama

Elena e Lila, le due amiche la cui storia i lettori hanno imparato a conoscere attraverso L'amica geniale e Storia del nuovo cognome, sono diventate donne. 
Lo sono diventate molto presto: Lila si è sposata a sedici anni, ha un figlio piccolo, ha lasciato il marito e l'agiatezza, lavora come operaia in condizioni durissime; Elena è andata via dal rione, ha studiato alla Normale di Pisa e ha pubblicato un romanzo di successo che le ha aperto le porte di un mondo benestante e colto. 
Ambedue hanno provato a forzare le barriere che le volevano chiuse in un destino di miseria, ignoranza e sottomissione. 
Ora navigano, con i ritmi travolgenti a cui Elena Ferrante ci ha abituati, nel grande mare aperto degli anni Settanta, uno scenario di speranze e incertezze, di tensioni e sfide fino ad allora impensabili, sempre unite da un legame fortissimo, ambivalente, a volte sotterraneo a volte riemergente in esplosioni violente o in incontri che aprono prospettive inattese.
.


L'autrice.
Elena Ferrante è autrice dell'Amore molesto, da cui Mario Martone ha tratto il film omonimo. Dal romanzo successivo, I giorni dell'abbandono, è stata realizzata la pellicola di Roberto Faenza. Nel volume La frantumaglia racconta la sua esperienza di scrittrice. Nel 2006 le Edizioni E/O hanno pubblicato il ro­man­zo La figlia oscura, nel 2007 il racconto per bambiniLa spiaggia di notte e nel 2011 il primo volume dell'Amica geniale, seguito nel 2012 dal secondo volume, Storia del nuovo cognome
.

BELLA DI GIORNO
di joseph Kessel


Ed. E/O
176 pp
14 euro
Ottobre 2013
Trama

Séverine Sérizy è una giovane ed elegante signora della medio-alta borghesia parigina. 
Sposata con un promettente chirurgo, conduce una vita agiata, vive in una bella casa e non ha preoccupazioni economiche. Tuttavia, non è felice. 
Forse a causa di un tentativo di violenza subita quando era piccola (ma di cui non conserva alcun ricordo cosciente), Séverine ha una vita sessuale problematica, tra frigidità e desideri al limite della perversione. 
Un giorno, durante una conversazione con l'amica Renée e con Husson, un conoscente di suo marito, scopre che una donna appartenente al loro stesso ambiente ha deciso di fare la prostituta in una casa d'appuntamenti in rue Virène. 
La notizia la turba e la intriga al tempo stesso. Come attirata da una forza irresistibile, Séverine si reca in rue Virène. 
Dopo un primo momento di naturale imbarazzo e dopo qualche indecisione, la giovane donna prende un impegno con la tenutaria Anaïs: incontrerà i clienti ogni pomeriggio dalle 14 alle 17. Visti i suoi orari, la sua nuova e inconsueta datrice di lavoro le affibbia il nomignolo di "Bella di giorno". 
Pomeriggio dopo pomeriggio prende forma la doppia vita di Séverine. 
Nel bordello di madame Anaïs c'è anche il tempo per scoprire cos'è la vera passione, quella che non aveva mai provato con il marito. A darle questa gioia ci pensa il giovane Marcel, un tipo losco che frequenta le ragazze di rue Virène solo quando ha qualche soldo in tasca. 
L'azzardo di vivere due esistenze parallele regge per un po' di tempo, ma tutte le precauzioni di Séverine vanno in briciole quando da madame Anaïs si presenta Husson. La segretezza sulla sua doppia vita si sgretola e Séverine, presa dal panico, non si presenta più in rue Virène. 
Ma fuggire non è sufficiente per riportare la sua vita a prima di quel giorno in cui aveva deciso di varcare la soglia della casa di appuntamenti.

COLLAGES
di Anais Nin


18711434
Ed. E/O
160 pp
14 euro
Novembre 2013
Trama

Protagonisti di questo romanzo sono Renate, una pittrice, e Bruce, uno scrittore: due spiriti liberi, due amanti insoliti e solitari. 
Due compagni che un giorno decidono di partire e andarsene in giro per il mondo: Vienna, il Messico, la California, la Francia del Sud, l'Olanda, New York. 
Non c'è amore fra loro o forse sì, fatto sta che lungo la strada incontreranno altri amanti e altre storie, sentimenti, emozioni e bellezze che porteranno con sé con la leggerezza dei viaggiatori. 
Il loro viaggio è come un foglio bianco su cui man mano incollano i volti, le emozioni e le vite dei personaggi che incontrano sul loro cammino: un padre che crede di trovare nella figlia la moglie che non ha mai avuto (o che forse ha perduto molto presto), la moglie di un diplomatico che si innamora di un condottiero indiano vissuto oltre un centinaio di anni prima, pittori che cercano nelle figlie lo splendore delle donne dipinte d'oro, attrici pericolose, affascinanti e sincere come bambine, scrittrici che si nascondono dal mondo, cuochi artisti e molti altri. 
È un grande collage, appunto, dove pagina dopo pagina prende corpo la storia di un viaggio fatto di sentimenti e sensualità. 
L'intensità erotica della scrittura di Anaïs Nin è soffusa e affascinante, straordinaria nella sua raffinatezza, sempre in bilico tra la passione più incandescente e il disegno di un languore appena accennato. Peccaminosa come Henry Miller, elegante come D.H. Lawrence e Mary Gaitskill, Anaïs Nin firma un romanzo sensuale come Histoire d'O. 
Un racconto di formazione sentimentale in cui si mescolano il reportage bohémien e la scrittura più alta.

DIGLIELO DA PARTE MIA
di Joan Didion


Ed. E/O
Trad. A. Dall'Orto
224 pp
14.50 euro
Ottobre 2013
Trama

Boca Grande è la capitale di un piccolo stato del Sud America, uno di quei paesi da un colpo di stato all'anno dove non cambia mai niente. 
Un giorno a Boca Grande arriva Charlotte Douglas, una donna nordamericana smarrita e magnetica. 
Nessuno sa chi sia, cosa cerchi o cosa ci faccia a Boca Grande. 
A raccontarci la sua storia è Grace Strasser-Mendana, donna fra le più in vista della città, appartenente "a una delle cinque o sei famiglie solvibili del paese": «Lasciò un uomo, ne lasciò un secondo, tornò a viaggiare col primo, lo lasciò morire solo come un cane, perse una figlia a beneficio della "storia", e un'altra a seguito di certe "complicazioni". Poi arrivò a Boca Grande». 

In Diglielo da parte mia Joan Didion racconta la vita di Charlotte: una donna bella e di classe, ricca e affascinante, che in cuore non ha altro che confusione e vuoto: la vita le ha fatto delle promesse (una famiglia, l'amore, la serenità) ma lei le ha fraintese, ha perso delle persone care, si è trovata sola, e ora è arrivata a Boca Grande per dimenticare, accompagnata solo dal suo fascino. 
.
Pagina dopo pagina tocchiamo con mano la tristezza e il vuoto che abitano la sua anima ed è impossibile non riconoscere che sono gli stessi che tanto spesso abitano anche la nostra. 
Un libro straordinario fatto di corde sottili, che toccano il cuore andando oltre la trama, come musica: come se i drammi esistenziali di Richard Yeats incontrassero il più alto minimalismo di Carver, l'asciuttezza delle parole sposa il fuoco del vuoto e del dolore dei personaggi.

L'autrice.
Joan Didion (Sacramento, 1934) è scrittrice, giornalista e sceneggiatrice. Ha scritto per le più importanti testate americane ed è stata una delle firme più in vista del New Journalism. I suoi libri sono bestseller in tutto il mondo. Fra le sue opere ricordiamo i romanzi Prendila come viene (Bompiani), Democracy (Frassinelli) e il memoir L’anno del pensiero magico (Il Saggiatore)
.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...