giovedì 14 novembre 2013

Frammenti da cantare


frammenti... da cantare


E non si smette di cantare con Andrew e Cam...!

Ascolta Laugh, I Nearly Died

Andrew suona una serie di accordi per accompagnare la melodia di Eddie, e iomi accorgo di aver già iniziato a dondolarmi al ritmo della musica.Quando Andrew inizia a cantare, la testa mi scatta all’indietro come se avessi una molla nel collo. Non credo alle mie orecchie: è un blues, una melodia struggente. Andrew canta con gli occhi chiusi,accompagnando con movimenti del capo quel ritmo sensuale e tormentato. E quando arriva il ritornello, Andrew mi mozza il fiato… (...)  Non riesco a distogliere gli occhi da Andrew per guardarmi intorno,ma ho percepito che l’atmosfera è cambiata quando ha intonato il ritornello, con quel timbro sexy e malinconico di cui non lo credevo capace.Alla seconda strofa, quando il ritmo rallenta di nuovo, Andrew cattura l’attenzione di tutti i presenti. La gente intorno a me balla e si dondola, le coppie si sfiorano con i fianchi e le labbra perché non c’è altro modo di ballare quella canzone. Ma io… io fisso il vuoto, col fiato corto, e lascio che la voce di Andrew percorra ogni fibra del mio corpo. È un veleno irresistibile: mi ipnotizza, so che rischia di strapparmi l’anima ma lo bevo lo stesso. Lui però tiene gli occhi chiusi, come se avesse bisogno del buio per sentire davvero la musica. E al secondo ritornello sembra immedesimarsi ancor più, quasi sul punto di alzarsi dallo sgabello… invece resta seduto, si sporge verso il microfono e continua a cantare e a suonare. Gli si dipinge in volto una successione di emozioni. (...) Andrew continua a cantare, con tanta passione che il cuore mi martella in petto e mi sembra di morire.

2 commenti:

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...