giovedì 27 novembre 2014

Un'occhiata alle ultime novità in libreria



Da ieri in libreria:

LA CITTA' NEL GOLFO
di Boris Pahor


La città nel golfo
Ed. Bompiani
396 pp
19 euro
dal 26 novembre 2014
Trama

Nel ‘43, nell’Italia occupata dai nazisti, uno studente sloveno – Rudi – getta la divisa e si rifugia sui monti. Preso il treno per andare verso la sua città natale, trova un commando di tedeschi e miracolosamente riesce a trovare rifugio in campagna. Qui viene accolto dalla 18enne Vida, una aspirante intellettuale, che sogna di fuggire. Rudi si sente molto attratto da lei, ma a confonderlo giunge lì anche una ragazza che aveva conosciuto in treno: Majda, una staffetta partigiana, incaricata di portare Vida da suo fratello. 
Rudi entra così in contatto con la lotta armata. Ma proprio questa lotta, che lo attrae, lo condanna all’isolamento. 
La sua vita non può concedersi all’amore.




Da oggi in libreria:

SE MI INNAMORO
di Bella Andre

Ed. Tre60
Trad. R. Zuppet
274 pp
9.90 euro
dal 27 novembre 2014
Trama

Rischiare la vita ogni giorno è normale, per Gabe. 
Essere vigile del fuoco, per lui, è più di un semplice lavoro: è una missione, un modo per mettersi al servizio degli altri. 
Eppure c'è una cosa su cui non è disposto a rischiare: il suo cuore, ferito da tante, troppe donne. Megan sa bene cosa significa rischiare. E perdere. 
Cinque anni fa, ha perso suo marito, pilota della Marina. 
E, da allora, ha perso anche la speranza d'innamorarsi di nuovo. Perché soffrire per amore è l'ultima cosa di cui ha bisogno. 
Eppure, quando Gabe salva Megan da un incendio, a entrambi basta uno sguardo per capire che, tra loro, potrebbe accendersi un fuoco ben più pericoloso di quello reale. A
gli occhi di lui, nessuna è mai apparsa così bella e seducente, ma anche determinata. E Megan nota all'istante la dolcezza di Gabe, la profondità dei suoi occhi e quelle sue mani forti che promettono carezze infinite. Non posso, pensano tutti e due. 
È inevitabile, sussurra loro il destino. 
Nulla è più fragile di ciò cui si tenta disperatamente di resistere...



LA PRINCIPESSA DI CLEVES
di La Fayette M. Madeleine


Ed. Neri Pozza
Le Grandi Scrittrici
Pagine 208
Euro 12,90
USCITA 27 NOVEMBRE
2014
Trama

Un giorno, alla corte di Enrico II e Caterina de’ Medici, fa la sua apparizione una giovane donna di stupefacente bellezza. La sua grazia abbaglia tutti i cortigiani, ma la misteriosa adolescente sembra del tutto impermeabile alle lusinghe della galanteria e della mondanità; la madre, infatti, le ha ispirato sentimenti virtuosi e l’ha messa in guardia contro le insidie amorose. Il principe di Clèves, tuttavia, riesce a conquistare la sua stima e a sposarla.
L’amore-passione è ancora, per l’eroina di questo romanzo – che è a giusto titolo considerato il primo, sorprendente esempio di romanzo psicologico moderno – un territorio sconosciuto. 
Il destino le farà incontrare, intempestivamente, un uomo giovane e bello, fra i più desiderati della corte: il duca di Nemours. I due si innamorano a prima vista durante un ballo memorabile che è fra le pagine più note della letteratura francese, ma il duca preferisce non manifestare subito i segni della propria passione; e la principessa, dal canto suo, si oppone con tutte le forze a un sentimento che la turba per la sua natura indecifrabile e la violenza che lo caratterizza. 
La ferma volontà di restare fedele a un marito premuroso e buono, che nutre per lei un amore profondo, le impedisce peraltro di contemplare la possibilità di una relazione adulterina. Inizia così un romanzo di formazione singolare, che sovverte radicalmente il copione galante e anticipa temi e atmosfere della grande stagione del romanzo settecentesco. 
La madre della ragazza, che intuisce subito il pericolo, le presenta il suo innamorato come un disinvolto libertino, ma l’espediente, inutile dirlo, non sortisce l’effetto sperato; al contrario. Ecco dunque dipanarsi da questo momento una trama articolata secondo una drammaturgia al tempo stesso rigorosa e incalzante, che culmina nella scena della confessione al marito, da parte dell’eroina, della propria passione per un altro uomo; scena “scandalosa” quant’altre mai, perché incrina un codice basato sulla strategia della dissimulazione che governa il sistema claustrofobico della corte. 
Poco più di un secolo dopo, un altro inedito personaggio femminile farà la sua comparsa sulla scena letteraria francese: quella presidentessa di Tourvel delle Relazioni pericolose che, discendente diretta della Princesse, capovolge a sua volta in maniera irrevocabile le regole del gioco erotico libertino spianando la strada all’avvento dell’eroina romantica moderna.

L'autrice.
Marie-Madeleine Pioche de la Vergne, meglio conosciuta come Madame de La Fayette (dal nome del marito), nacque a Parigi il 18 marzo 1634. Dopo la separazione dal conte de La Fayette, diventò dama di corte di Enrichetta d’Inghilterra, cognata del re, e fu amica intima di Madame de Sévigné, di cui scrisse un ritratto. La principessa di Clèves (1678) è la sua opera più famosa e ottenne da subito un grande successo. Ebbe una lunga relazione con La Rochefoucauld, conclusasi solo con la morte dell’autore delle Maximesnel 1680. Morì il 25 maggio 1693.

SENZA PAROLE
di Edward St. Aubyn


Senza parole
Ed. Neri Pozza
Le Grandi Scrittrici
Pagine 208
Euro 12,90
USCITA 27 NOVEMBRE
2014
Trama

L'Elysian Prize è il più celebre premio di lingua inglese, e ai suoi giurati spetta un compito molto arduo: leggere con attenzione decine e decine di romanzi e decretare il migliore libro dell'anno. Per questo quando Malcolm Craig viene chiamato da Sir David Hampshire - illustre membro del Consiglio di amministrazione del premio - a far parte della giuria, è tentato di trovare una scusa e declinare l'invito. 
Figurarsi quando gli viene detto che dovrà esserne il presidente. A portare sulle spalle quella responsabilità, però, non è solo. 
Con lui ci sono Jo Cross, una delle più note editorialiste britanniche il cui principale criterio di valutazione è “la pertinenza” o meno delle opere agli interessi della sua fedele cerchia di lettori; Vanessa Shaw, l'accademica che crede solo nella “buona scrittura”; Penny Feathers, ex amante di Sir Hampshire sin dai tempi in cui il consigliere era segretario generale del Ministero degli esteri, e l'attore Tobias Benedict, figlioccio del Siro. 
E poi, naturalmente, ci sono gli autori dei libri in gara, tutti occupati nel far parlare di sé e del proprio libro, con la speranza di ritagliarsi un posticino tra i finalisti: la brillante scrittrice e femme fatale, Katherine Burns; Sam Black, il promettente autore di un romanzo di formazione innamorato di lei; Sonny, l'autore indiano convinto di aver scritto un magnum opus che cambierà l'intero panorama letterario contemporaneo; l'autrice, indiana anche lei, di un Cookbook, un libro di cucina scambiato per un sofisticato romanzo postmoderno; lo scrittore scozzese col suo libro sul naufragio della working class nel collasso del Welfare...

L'autore.

Edward St. Aubyn, nato nel 1960, è autore, oltre che dei quattro romanzi di I Melrose, di At Last, ultimo capitolo della saga di Patrick Melrose, e di altri due libri: On the Edge e A Clue to an Exit
.

IL RAGAZZO CHE ENTRO' DALLA FINESTRA E SI INFILO'
 NEL MIO LETTO
di Kirsty Moseley


Ed. Newton Compton
Trad. F. Noto,
R. Prencipe
347 pp
9,90 euro
dal 27 novembre 2014
Trama

Amber Walker e suo fratello maggiore, Jake, hanno un padre violento. Una notte Liam, il migliore amico di Jake, la vede piangere, si arrampica attraverso la finestra della sua camera da letto ed entra per consolarla.
Dopo quella prima sera il rapporto tra Amber e Liam cambia: pian piano l'innocenza e l'amicizia lasciano il posto all'attesa, ai malintesi e alle scintille. Liam passa da una ragazza all'altra, mentre Amber - ancora emotivamente segnata dagli abusi subiti per mano di suo padre - preferisce concentrarsi sulla scuola, la danza e le amiche. 
Ma tra loro due la passione cresce in fretta e anche se il loro rapporto è da sempre basato sull'amicizia, quando Amber inizia a guardare il suo migliore amico sotto un'altra prospettiva saranno fuochi d'artificio! 
E come reagirà Jake, da sempre iper-protettivo nei suoi confronti, quando scoprirà che la relazione tra i due sta diventando qualcos'altro?

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...