mercoledì 19 novembre 2014

Libri Anteprime (Baldini&Castoldi)



Due anteprime Baldini e Castoldi:

LE PRINCIPESSE DI EMMA
di Maria Cristina Costa, Emma Dante

Ed. Baldini Castoldi
Ill. Maria Cristina Costa
192 pagine
18.00 €
In libreria dal 26 novembre
Trama

La bella Rosaspina addormentata, un angelo tanto era bella, aveva soltanto gli occhi chiusi. Il Re ordinò che la lasciassero dormire in pace… 
L’incantesimo lo interrompe un principe di cui lei si innamora perdutamente e che svelerà alla fine la sua vera identità. Come raccontare in maniera creativa gli stereotipi del maschile e del femminile.
Gli alti e bassi di Biancaneve. Biancaneve è una bambina e grazie all’incontro con i sette nani, sette minatori che hanno perso le gambe, scopre i veri valori della vita. 
I nani la costringeranno, abbassando lo sguardo sino a loro, a essere umile. Il basso rappresenta la bontà e l’accoglienza, l’altro, l’alto, l’invidia e la malvagità.

Anastasia, Genoveffa e Cenerentola, via le atmosfere colorate disneyane, qui regna la bruttezza e la sgradevolezza dei personaggi. Questa Cenerentola non perdonerà il male ricevuto, i cattivi non saranno mai eroi. Una morale che non ammette deroghe.

Una rilettura visionaria delle più conosciute favole di Grimm riscritte da una grande drammaturga e regista, Emma Dante, e illustrate da una bravissima scenografa, Maria Cristina Costa.

Le autrici.
Maria Cristina Costa è illustratrice e scenografa di cartoni animati.

Emma Dante, nota regista e drammaturga, ha ottenuto numerosi riconoscimenti e premi in Italia e all’estero per la sua originalità e la sua rilettura visionaria della realtà della vita.


IN GRAZIA DI DIO
di Alessandro Valenti


Ed. Baldini Castoldi
224 pagine
15.00 €
In libreria dal 3 dicembre

Trama

Quattro donne: generazioni, caratteri e aspettative diversi. Salvatrice, madre, nonna, matriarca sessantacinquenne contadina, legata alla sua casa in campagna, alla sua terra mai abbandonata, alla volontà di Dio e un amico-amore coetaneo. Adele, la figlia maggiore bella forte e combattente; Maria Concetta l’altra figlia, operaia e aspirante attrice; Ina, figlia di Adele, ragazza bella, ribelle e superficiale. 
Quando la crisi economica provoca la chiusura della fabbrica di famiglia, schiacciata dai debiti e dalla concorrenza cinese – debiti e ancora debiti, fabbriche che chiudono, la casa svenduta, pensioni saccheggiate che fanno vivere figli e nipoti – saranno loro a cercare alternative per la sopravvivenza, riscoprendo valori ancestrali, come il senso della famiglia, recuperando la semplicità che da un senso alla vita. Fondale perfetto è la natura del Salento – una possibilità di vita, di lavoro e di pace e di bellezza - un inizio possibile di felicità. 
Una volta sistemata l’abitazione, le quattro donne si adatteranno al lavoro dei campi per avere qualcosa da vendere o da barattare con altri generi indispensabili. 
Non sarà facile per tutte e quattro le donne. Solo Salvatrice continuerà a credere nella famiglia e nella divina provvidenza.

L'autore.
Alessandro Valenti, docente di storia del cinema presso l’università del Salento è attore in Sangue vivo (2005, regia di Edoardo Winspeare), documentarista con Eccomi, A sud delle donne, W le rock e sceneggiatore di Galantuomini, Al centro del mondo, A le­vante e In grazia di Dio, girato dal regista anglo-pugliese Edoardo Winspeare apprezzato in tutto il mondo per il suo talento.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...